WORKSHOP ‘Il Documentario d’avventura’: dall’ideazione alla distribuzione

Documentario d’avventura: dall’ideazione alla distribuzione.
Un giorno con Igor D’India

Per realizzare narrazioni video in esterna, raccontare attraverso le immagini: il paesaggio, i cambiamenti, le emergenze climatiche, la bellezza, la contemplazione.
Con l’obiettivo di testimonianza, di denuncia, o di stimolo all’attenzione di particolari emergenze, di riappropriazione dei luoghi attraverso l’osservazione e la memoria.
Nei viaggi avventurosi, come nelle esplorazioni locali: scopriremo come finanziare, realizzare e diffondere un progetto video di adventure filmmaking.

Il workshop sarà una giornata di condivisione attiva di esperienze avventurose e competenze tecniche di base sugli strumenti audiovisivi indispensabili nei viaggi-avventura, applicabili al digital-journalism, al documentario low budget, al reportage d’inchiesta e al “self-filming”.

Incominceremo con una introduzione sull’adventure filmmaking ( da Schakleton agli sport estremi moderni). Vedremo insieme come cercare spunti interessanti per viaggi avventurosi, trovare i fondi per finanziarli, raccontarli in video e condividerli/distribuirli. I partecipanti dovranno successivamente provare l’attrezzatura più adatta alla realizzazione delle riprese sul campo.

Documentario d'avventura dall’ideazione alla distribuzione. Un giorno con Igor D'India

Luogo: Ecomuseo – Mare Memoria Viva
8 aprile 2016 – Durata: 8 ore – costi: € 120
Sconti: € 99 per chi si iscrive entro il 20 marzo 2017 (ulteriori sconti per chi possiede IDO)
info@vedipalermo.com – 392.8888953 – www.vedipalermo.com/contatti
evento facebookwww.facebook.com/events/175106379653795

Concorso (scadenza 31 marzo)
Il team di VEDIPalermo, in linea con le finalità di formazione didattica dell’associazione, mette in palio una partecipazione gratuita al workshop.
Per partecipare alla selezione basta inviare una lettera motivazionale e il video di un piccola avventura locale.

 

Chiedi informazioni





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

 


PROGRAMMA

9:30
Presentazione del Workshop
Ore 10
Proiezione e discussione di un documentario di avventura
Ore 11
Conoscersi: discussione post-proiezione con spazio alle domande dei partecipanti.
Storia: Breve excursus sulle origini del documentario d’avventura:
• Evoluzione tecnologica degli strumenti di ripresa audio/video
• Le nuove figure professionali: adventure filmmaker, digital journalist, onboard reporter.
• L’importanza dello sharing sui social network
Ore 13: pausa pranzo
Ore 14
• filmare e raccontare un viaggio/avventura dall’idea alla realizzazione, problematiche e costi.

• Creare un gruppo di lavoro entusiasta e “solido”, una necessità.
• Finanziare il proprio progetto: le tortuose vie possibili dal crowd-funding agli sponsor
• Preparazione teorica, logistica e programmazione delle riprese
• Alimentare la motivazione personale e trasformarla in azione
• Le difficoltà sul campo, errori comuni, miti da sfatare.
• La struttura narrativa, come filmare e raccontare senza sceneggiatura
• Il montaggio, le scelte autoriali legate alla distribuzione e al target
• Distribuzione, i vari canali possibili oggi
Ore 16:30
Sessione di pratica, come scegliere l’attrezzatura Visione dell’attrezzatura e degli strumenti di lavoro più indicati e prova pratica (autoriprendersi e raccontare, catturare l’audio, scelte stilistiche, la fotografia)

Attrezzatura già in possesso per la prova pratica: DSLR Canon 5D MII, 2 Go Pro hero 4 Black, Microfono Rode, Registratore Tascam, auricolari, toughbook Panasonic e Hard Disk water proof, borse stagne, case anticrush-waterproof per Hard Disk, cavi e schede, battery pack esterno, pannello solare portatile per ricaricare batterie.

Ore 18
chiusura del workshop e saluti.

___________
Igor D’India

Sin da ragazzino ho sempre cercato storie e avventure.

2001 A 17 anni ho cominciato a viaggiare in Europa prestando servizio come volontario in associazioni che lavorano con ragazzi disabili. Ho continuato fino all’età di 21 anni, quando in uno di questi scambi ho incontrato un gruppo di giovani sopravvissuti alla guerra in Bosnia. I loro racconti mi hanno spinto a viaggiare in zone martoriate da conflitti armati, per conoscere anche il “lato oscuro del mondo”.
2005 Scosso dall’attacco terroristico di Beslan, in Ossezia del Nord (2004), ho seguito l’indagine indipendente del giornale Novaja Gazeta sul coinvolgimento del governo russo nella strage e ho girato il documentario inchiesta “Le finestre di Beslan”, che ad oggi rimane il primo documentario indipendente sull’inchiesta. (Premio Speciale del Bizzarri Film Festival ).
2007 Ho realizzato un reportage nel Sahara Occidentale per Peacereporter.net, sui nomadi del Polisario: la regione occupata militarmente dal Marocco.
2009-2010 Ho filmato le peripezie del “Team Est” al Mongol Rally e all’ Africa Rally su una Fiat Y10 del 1989. Il film The Y10 Diaries ripercorre le numerose disavventure di questa singolare odissea di oltre 30000 km. “The Y10 Diaries Episode I” è stato premiato come Miglior Film 2010 al The Adventurist Film Festival di Londra.
2010 Per filmare le condizioni ambientali disastrose del fiume Oreto di Palermo, ho risalito le sue acque inquinate a piedi e a nuoto realizzando il documentario “Oreto The Urban Adventure”.
2011 Nell’anno del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ho percorso in bici da Marsala a Torino, il viaggio di Garibaldi con i mille. Con un iPhone ho raccontato il viaggio sul mio blog.
2012 Affascinato dagli esperimenti di isolamento “fuori dal tempo” del geologo e speleologo francese Michel Siffre, ho trascorso 700 ore nella Grotta del Pidocchio (Palermo, Monte Pellegrino), a trenta metri di profondità. In completa solitudine, senza riferimenti temporali né luce naturale, ho descritto la mia esperienza nel mediometraggio “Geologia di un sogno” (diretto con Martino Lo Cascio).
2014 Seguendo le orme del celebre esploratore e alpinista Walter Bonatti, ho percorso 1.400 km sul fiume Yukon in canoa in solitario. Da questa avventura, e dai 16000 km in autostop per raggiungere il fiume, è nato The Yukon Blues, documentario e serie Tv in cui metto a confronto la mia eperienza con quella di Bonatti (realizzata nel 1965). Il documentario, andato in onda in Italia su Deejay TV a dicembre 2014, è stato distribuito da RAI COM e da Ananda Media. Ad agosto 2015 è uscito in DVD con La Gazzetta dello Sport, nella collana Le leggende dell’alpinismo.
Dal 2015 sono impegnato nella produzione di The Raftmakers, come produttore, autore e videomaker sul campo.

Riconoscimenti e premi:

The Yukon Blues 2014 (produzione Kobalt Entertainment)
• Best Canoe Film, Best Amateur Film, Waterwlaker Film Festival, Canada 2016
• Finalist PIX Adventure and Mountain Film Festival 2017 SALT LAKE USA
• Finalist VANCOUVER INTERNATIONAL MOUNTAIN FILM FESTIVAL 2017, Adventure Travel
• Short list Pakistan International Mountain Film Festival 2016

The Y10 Diaries (Herman Film 2009)
• Best Film, The Adventurist Film Festival, London 2010 (Episode I)
• Short list, The Adventurist Film Festival, London 2011 (Episode II)

Le finestre di Beslan (2006)
• Menzione speciale , Premio Libero Bizarri 2006


Contattaci

Mandaci una email con le tue domande e/o richieste. Ti risponderemo il prima possibile.

Sending

VEDIPAlermo è l'inizio del primo video social game palermitano, un progetto sperimentale di distribuzione partecipata e videomarketing alternativo di EIDON videocomunicazione.

Log in with your credentials

Forgot your details?